Come smettere di rimuginare

“E se trovano un errore nella mia relazione?”

“Ho fatto la figura dell’idiota quando sono inciampato durante la mia presentazione! Ora tutti penseranno che sono uno stupido”.

“Avrei dovuto dire al mio capo che non sono uno schiavo che lavora nei fine settimana”.

“Perché mi ha detto “Ciao” in modo così freddo? L’ho offesa? È arrabbiata con me? Oppure…”

“Avrei dovuto”, “avrei potuto”, “e se”; hai pensieri ripetitivi sullo stesso problema? Immagina un vecchio disco inceppato: l’ago rimbalza nello stesso punto, torna indietro e ripete lo stesso pezzetto balbettante della canzone. I pensieri ansiosi funzionano approssimativamente allo stesso modo, quando girano a vuoto nello stesso circolo inutile.

Cosa puoi fare?

1. Analizza la tua sfera di influenza. Osserva se questi pensieri riguardano qualcosa del futuro, qualcosa che è già accaduto o qualcosa che ha fatto un’altra persona.

Hai il potere di cambiare qualcosa che è successo ieri? E qualcosa che deve ancora accadere? Puoi cambiare il modo in cui si comportano le altre persone?

A meno che non abbiamo la capacità di viaggiare nel tempo o non stiamo giocando a The Sims, è ovviamente impossibile. Non abbiamo il potere di cambiare qualcosa che è già accaduto, né possiamo prevedere il futuro e controllare il comportamento di altre persone. Fare progetti su questo è un puro spreco di tempo e risorse.

Pertanto, chiediti: “Posso influenzare questa cosa? È sotto il mio controllo? Posso cambiarla?”. Se la risposta è no, è tempo di andare avanti.

2. Prendi un foglio di carta e scrivi: di cosa ti privano questi pensieri ripetitivi? Pace, gioia, tranquillità, piacere nel guardare un film interessante… (continua questo elenco). Ne valgono la pena?

3. Passare a un’attività differente. Se dici a te stesso “Non pensare a un elefante bianco”, puoi star certo che penserai a quello, nei prossimi cinque minuti. Proibendoti qualcosa, rendi questa cosa una priorità e diventa dominante nella tua mente. Pertanto, nel nostro esempio, sarebbe meglio pensare a un elefante blu. In altre parole, pensa a qualcosa di diverso o inizia a svolgere compiti differenti. In questo modo, questi stupidi pensieri ripetitivi scompariranno da soli.

4. Se senti ancora di essere impensierito su qualcosa, dedicagli un po’ di tempo. “Ci penserò per venti minuti, la sera dopo cena”. Avvia un cronometro nel momento preposto e dedica venti minuti a pensare solo a questo problema.

Sono tutte tecniche semplici, ma funzionano. Ti aiuteranno ad imparare come spostare la tua attenzione e la tua vita migliorerà molto.