Come sviluppare la mindfulness?

Mindfulness è una parola popolare di questi tempi. Si sente così di frequente che può essere imbarazzante ammettere di non capire bene cosa significhi.

La mindfulness è la capacità o l’abilità personale di essere presente nella propria vita, l’atto di vivere il momento presente in maniera consapevole e non giudicante, il vivere intenzionalmente il qui e ora. 

Chi non ha familiarità con una “vita con il pilota automatico”? È quando non noti il ​​sapore del tuo cibo, i fiocchi di neve sul tuo guanto, un profumo fugace di pasticcini appena sfornati da una panetteria. Quando sei troppo occupato per comprendere i tuoi desideri, per sentire la morbidezza del tuo maglione di cashmere, la gioia di conversare con un caro amico. Corri, corri, corri…Niente pause, mai.

Di solito, trascorriamo la maggior parte della nostra vita correndo, oppure assorbiti nel passato, nei nostri ricordi, in rimpianti e ruminazioni sull’argomento “Avrei dovuto rispondere in questo modo”, o nel futuro, nei nostri piani, in speranze e fantasie. Ma né il passato né il futuro esistono, non più o non ancora. Abbiamo solo il momento presente, questo stesso momento in cui, ad esempio, sei seduto e stai leggendo quest’articolo nell’app Mindspa.

Quando troviamo in noi l’interruttore per la mindfulness, “catturiamo” lo stato in cui possiamo osservare i nostri sentimenti attuali, concentrandoci sul momento presente e senza distrazioni coi pensieri sul passato o sul futuro. È questo che ci permette di vivere e non di veder “scorrere” la nostra vita.

La mindfulness non garantisce che, andando avanti, vivremo solo momenti piacevoli. Sentiremo tutto più intensamente, questo ci rende più ricchi e ci consente di riconoscere le strategie e le convinzioni che stiamo usando, di individuare le reazioni psicologiche inconsce e di pianificare le nostre azioni in modo più efficiente.

Ci sono interi trattati su come sviluppare la mindfulness, ma dovresti iniziare con questi semplici passaggi:

  • Impara a focalizzare l’attenzione sul tuo corpo e sulle informazioni che ricevi attraverso i tuoi organi sensoriali (udito, vista, tatto, gusto).
  • Fai esercizi di respirazione, cercando di restare nel momento presente e di non scappare mentalmente alla preparazione della cena per stasera o alla conversazione di ieri con il tuo capo.
  • Focalizza la tua attenzione sui tuoi sentimenti e sulle tue emozioni: cosa sto provando adesso? Da dove viene questa emozione? Come sta cambiando?
  • Cerca di constatare i tuoi pensieri, perché scatenano le emozioni. Da dove viene questo pensiero? Come si sta evolvendo? Come si sta trasformando?

Quando rimuovi il pilota automatico dalla tua vita e permetti alla consapevolezza di emergere, riempi la tua vita di significato. Meno automatismo ci sarà, più azioni, gioia ed esperienze ponderate avrai. È molto importante riconoscerti come il protagonista della tua vita e non come uno spettatore.